CALCIO AMATORI – CONTINUA LA SERIE POSITIVA

Dopo la sconfitta dell’andata il Maranello si presenta alla Fossa con una squadra al completo, ricca di campioni e vecchie glorie coi piedi buoni! La Spezza però c’è e colleziona un altro risultato utile!

Gran prova di un esordiente Franco in porta, di un ritrovato Petri e di una difesa (Richy, Giova,Richetti) impenetrabile.

SPEZZA-MARANELLO 1-1

Ecco le pagelle:

Pagelle Spezzanese – Maranello 1-1
FRANCO : 10, mossa a sorpresa per Mr Baruffi che privo di entrambi i portieri decide di giocarsi l’asso nella manica della vita. Partita decisiva per la stagione, il neo-portiere rosso blu non si fa mai trovare impreparato, prodezze su prodezze, peccato per il gol subito. Il diavolo e l’acqua santa, il leone e la gazzella. MANUEL NEUER SPOSTATI

SCAGLIONI: 7 dopo una settima difficile, prende i suoi a braccetto e porta la squadra ad un’ottima prestazione. “Siamo andati forte sulle palle inattive, da rivedere Euclide e Pitagora, in settimana ci prepareremo al meglio per la prossima”. SETTIMANA ENIGMISTICA

RICHETTI: 7,5 partita da veterano per il terzino sinistro di Via Ghiarella, tempi giusti (sia verbali che di gioco), ogni tanto si concede qualche cavalcata, ma non si spinge mai troppo, come quando si era scordato dove aveva parcheggiato la bicicletta. BUBU CHA CHA

GAGLIARDELLI: 7 torna centrale di difesa, fa a spallate tutto il tempo e la cosa gli piace, interventi duri o puliti per lui non fanno differenza “se prendi la palla hai raggiunto il 100%.. se prendi anche la gamba beh allora non puoi chiedere di meglio” peccato per il giallo, ma le minacce di morte all’avversario hanno intimorito anche l’arbitro. PALAZZO CHIGI

MANFREDINI: 7 Praticamente perfetto in fase difensiva, zero sbavature, nel primo tempo subisce una manata in faccia volontaria dall’esterno avversario “nessuno aveva mai osato toccarmi, non sapevo come reagire”. IL FANCIULLINO

TAFARUCI:6/7 una diga in mezzo al campo, in fase difensiva eccellente, in fase di impostazione manca qualcosa, partita dopo partita diventa sempre più generoso, qualcosa sta cambiando in lui. PROSSIMAMENTE AL CINEMA

DRAGONETTI: 6- primo match da subentrato per l’esterno sassolese. Dopo 30 secdi, neanche a dirlo, ammonito per un’ingenuità da evitare, sulla fascia sinistra sembra di vedere la partita di scacchi della Walt Disney, trovandosi contro un veterano dalle scomode vedute. SCACCO MATTO

PIGONI: 6/7 sta entrando in forma e comanda per tutto il primo tempo un buon centrocampo! Tante palle recuperate e anche buone idee in fase di costruzione, ritrovato. BUBU SETTETEEE

TONI: 6 per lui buona parte del secondo tempo, riesce a non dare punti di riferimento alla difesa avversaria. A 60 secondi dalla fine si divora il gol del possibile 2-1 a tu per tu col portiere, scatenando così l’ira del presidente “Non so se ritireremo la 10”. CHI LA FA L’ASPETTI

PEZONE: 3,5 (su richiesta stessa d giocatore) le uniche palle importanti che tocca sono le sue, sotto la doccia, per insaponarsele. BEAUTY CASE
(Voto reale 6, si sacrifica per la squadra, fa a spallate, serve sponde, ma la palla buona non arriva)

FORLANI: 7,5 prima palla toccata: GOL
Un assolo di Jimi Hendrix in confronto è una cartolina da Rimini. Punizione sul palo del portiere, precisione da manuale. Peccato per la palla persa che ha portato al gol avversario. Per tutta la partita fa la guerra la davanti. SALVATE IL SOLDATO FORLIS

DOKU: 6,5 picchia in mezzo al campo, qualche passaggio un po’ avventato, ma d’altronde non è sempre domenica. Classico battibecco col capitano avversario ormai preso di mira. Indecorosa richiesta del cartellino rosso sul portiere avversario. Forse ha scambiato il calcio con una partita di Risiko. ARKANSAS

GOLLINI: 6,5 Schierato in mezzo al campo nella prima frazione, recupera palloni importanti e li gestisce a dovere. Nell’intervallo si fa sostituire e scappa in fretta e furia “la mia morosa era nel periodo fertile e ho ricevuto la chiamata sul cerca persone”. TAPPETINO

MONTANARI: 6,5 Parte titolare in un insolito 4 3 3, guadagna la punizione che ha portato al gol. La sua velocità crea panico e zizzania, la Pagani sta studiando un modo per confrontarlo con la nuova 1000cv su pista. DISCESA LIBERA