CALCIO AMATORI – LA SPEZZA NON VA OLTRE IL PAREGGIO

Si affrontano 2 delle rivelazioni di questo campionato e come da protocollo non ne esce un vincitore. 0-0 il risultato finale e Spezza e Verica ancora in ballo per la rincorsa alle posizioni in classifica che contano.

ecco le pagelle

COSENTINO : 6,5 se nella prima frazione il portierone della Spezza è poco impegnato, nel seconda potrebbe tranquillamente lasciare un biglietto con scritto “torno più tardi”, solo un brivido in tutti i 70 minuti di gioco sventato alla sua maniera. PART TIME

SCAGLIONI: 7,5 torna il CAP dopo l’ultima del 2017, zero errori, tempi giusti, incita i suoi e cerca di guidarli alla vittoria, ma senza riuscirci. A casa avrà sicuramente riflettuto sulle bestemmie in dialetto che non ha usato. SCHETTINO

RICHETTI: 7 da terzino a centrale di difesa per sopperire alle assenze, nessuna sbavatura, tiene il suo uomo alla perfezione, ascolta il suo compagno di reparto e lo segue( chiaro le bestemmie non si dicono) da grande farà grandi cose. PICCOLO JEDI

PELLATI: 6+ dalle sue parti 0 pericoli, nella prima frazione viene palesemente deriso dagli avversari per il suo pesoforma, poi ricorda a tutti chi è l’unico “esente” lì in mezzo e si fa valere. Non mette il turbo sulla fascia, pian piano imparerà a fare anche quello. MINICICCIOLO

MANFREDINI: 6,5 in fase di costruzione un po’ da rivedere come i cantieri lasciti aperti dalla FUTURA nel 2007, ma quando c’è da fare della legna lui è pronto: stinchi e controstinchi, caviglie e non, quel che c’è da prendere lo prende, se poi arriva anche il pallone tanto meglio. FABBRO

TAFARUCI: 6 dovrebbe giocare a 3 tocchi in partita come in allenamento, onde evitare le furie di Coach Baruffi e dei compagni. Tutto sommato un buon primo tempo, fisicamente perfetto, la costruzione del gioco da rivedere “mi adeguo al livello degli avversari sennò spiccherei troppo”. MATTEO RENZI

PORCU: 6,5 seconda da titolare consecutiva, i suoi inserimenti non vengono quasi mai premiati, cercando di fare da laccio tra difesa e attacco, vabbè sarà per la prossima, campo permettendo, un paio di buoni spunti. CARRASAU

DRAGONETTI: 6 crea un paio di occasioni pericolose dalla destra, senza mai trovare il giusto apporto in mezzo all’area.
Il suo piatto forte è il nervosismo: “ a casa parliamo tutti con il tono di voce così” si rivela ai media. BEPPE GRILLO

TONI: 6- se nell’amichevole settimanale era in grande spolvero, quella di ieri sera è stata una prestazione non all’altezza del numero che porta sulle spalle, dalla sua fascia vengono i pericoli maggiori è vero. “ sono solo allo 0,5% come la Juve” FLAVIO TRANQUILLO

PEZONE: 6- anche lo scugnizzo napoletano ci prova e si fa vedere sempre dai compagni, un tocco di più non guasterebbe, a volte troppo generoso a volte troppo egoista, deve trovare la via di mezzo. MESOPOTAMIA

FORLANI: 6/7 propositivo, pimpante, il suo mancino mette sempre in difficoltà gli avversari, ma stavolta il portiere ospite decide di chiudere la saracinesca in diverse occasioni. Può tirare un sospiro di sollievo” Forlani lei è fertile” BRAZZERS

INDULTI : 6,5 suona la carica, fisicamente imbattibile lì davanti, sempre in due per raddoppiarlo, aiuta a centrocampo e incita i compagni di reparto. Rifiuta la pizza di Enzo della Rustica a fine match, brutto gesto. BODY GYM

DOKU: 6+ mette ordine in mezzo al campo quando entra, un po’ troppo propenso a lanciarsi in avanti, vicino al gol di testa, e un paio di tuffi in area a segnarsi. TANIA CAGNOTTO

GOLLINI: 6 si vede più alle partite che agli allenamenti, qualcuno non sa ancora come si chiami di nome, sappiamo solo che fa il centrocampista e guida i camion. RIMORCHIO

TERESA: 6 sulla fascia destra per 20 minuti del secondo tempo, dalle sue parti arrivano molti palloni, da segnalare un’ occasione dal limite dell’area, piano piano riprende la condizione fisica come si come si riprenderà insieme al compagno Pezona la zona di Forcella. SANGUE BLU

PIGO: 6,5 buona la prova del nostro centrocampista che si fa trovare pronto nello smistare palloni in più di in occasione. La prestazione sarebbe anche da 7 ma è da segnalare il fatto che non parla a dovere con l’amico Dragonetti e, innervosendolo a dismisura, ne compromette la prestazione. ZIZZAGNATORE