VOLLEY, LA SERIE C SI IMPONE AL TIE-BREAK

Dopo una settimana superata in palestra senza bagordi e grossi problemi, Coach Santini riparte da dove eravamo rimasti la settima scorsa: Sgarbi R – Porta sulla diagonale principale, Sgarbi A e Garuti di banda con la coppia Baroni-Morrone al centro, Agazzani libero.

La Spazzanese parte forte subito mettendo pressione ai giovani della Basser, con delle ottime serie di battute, che creano non pochi grattacapi a Marchesi e soci. Purtroppo però sul finire di set i giovani di Mantovani si rifanno sotto e a causa di qualche imprecisione di troppo si chiude il set sul 26-24.

Riprende il gioco con Vezzu dentro per Garuti e la musica cambia radicalmente. Agazzani sugli scudi con una serie di difese e recuperi incredibili che portano la Spezzanese a chiudere il set senza difficoltà sul 16-25.

Ma chiaramente la partita non poteva proseguire in maniera lineare. Entrambe le squadre esprimono giocate di buon livello, ma alla fine è la Basser ad avere lo sprint nel finale di terzo set e chiudere il set 25-19. Vezzù e soci si trovano così un po’ spaesati all’inizio del quarto set. E in effetti il gioco non decolla ad inizio set sotto i colpi dell’attacco avversario. Verso metà set però Coach Santini rimescola le carte e manda nella mischia Manzini per Sgarbi. E da lì in avanti cambia la musica con Baroni e Morrone che pungono al centro sia a muro che in attacco (grande la serie in battute di Morrone che spaccano il set a metà) e Porta che martella come un fabbro. La Spezzanese pareggia i conti e si va al 5o set.

Ma la musica non cambia con Alle Sgarbi e Agazzani che tirano su di tutto, e Manzini che giostra tutti con brillantezza. Cambio campo sul 5-8 e l’orchestra di Santini non si ferma più. La partita si chiude sul 12-15.

Un’altra vittoria e un’altra bella prova corale di Vezzù e compagnia, che dimostrano una volta di più come la Spezzanese faccia del gruppo la sua arma migliore.